Muffa: come eliminarla dalla pareti.

Muffa: come eliminarla dalla pareti?

Muffa: come eliminarla dalla pareti.

La stagione fredda è in arrivo e con essa anche la fastidiosa umidità, che condensandosi sulle pareti, va a formare quelle orribili macchie, che tutti più o meno conosciamo.
Eliminarle è necessario, sia perché sono antiestetiche, ma soprattutto perché pericolose per la salute di chi abita i locali in cui sono presenti queste formazioni insidiose.

Muffa: come eliminarla dalla pareti.

Cosa sono le muffe?

Il primo passo per eliminarle, è conoscerle. Si tratta di pericolosi funghi, le cui spore, se inalate, possono provocare asma, reazioni allergiche o danni e irritazioni al sistema respiratorio. Tendono a nascere e svilupparsi all’interno di spazi caldi, soggetti ad alti livelli di umidità e poco illuminati. Sono proprio i fenomeni di condensa, che favoriscono lo sviluppo della muffa. La differenza di temperatura tra ambiente esterno ed ambiente interno, la scarsa ventilazione, sono tra le principali cause della formazione di queste macchie. Queste si vanno a sviluppare su pareti molto fredde, in cui l’umidità, sotto forma di vapore, si condensa con facilità.

 

L’importanza della prevenzione.

Per porre rimedio a questo problema, il primo passo è prevenirlo. Come fare? Eliminando per prima cosa le cause che provocano la condensa sulle pareti. Ecco alcuni consigli da seguire:

Areare i locali per almeno 15 minuti al giorno. Lasciate entrare tanta aria e quanta più luce naturale possibile.
Distaccare i mobili dalle pareti esterne, per almeno 3 o 4 centimetri.
Cercare di mantenere costante ed uniforme la temperatura media delle stanze.
Tenere la finestra aperta, durante la cottura delle pietanze in cucina. In particolar modo, se non si dispone di una cappa traspirante collegata all’esterno, per far fuoriuscire i vapori che si formano durante la cottura degli alimenti.
Aprire immediatamente la finestra, in bagno, dopo aver fatto uso della doccia o della vasca, in modo da eliminare subito il vapore acqueo.
Evitare di asciugare il bucato sui termosifoni, perché ciò crea condensa dentro casa.
Utilizzare un deumidificatore elettrico, nel caso in cui i vostri ambienti abbiano un tasso di umidità molto elevato (sopra il 55%).
Tinteggiare le pareti della vostra casa, con specifiche pitture murali antimuffa e anticondensa. Questi prodotti contengono delle micro-sfere di vetro cavo, in grado di isolare le pareti.

Se avete già problemi di muffa e non sapete come rimuoverla, contattateci per una consulenza. Sapremo consigliarvi i migliori prodotti per rimuoverla ed evitarne la formazione futura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *